Feed RSS

Amicizia ai tempi della moltiplicazione della specie e oltre


Un tempo facevate mattina insieme ballando come disperate sui tavoli di un locale; vi sentivate mille volte al giorno con telefonate o sms, per aggiornarvi sugli appuntamenti della serata, su cosa aveva detto Figone X di te quando te ne eri andata, o su cosa stava dicendo Appiccicoso Y su di lei mentre cercavi ostinatamente di seguire gli aggiornamenti di Telefisco isolando la voce del relatore da quel fastidioso  sottofondo di borbottii da piccione innamorato.
Un tempo vi spaccavate di spinning, trekking, immersioni e arrampicate, non avevate neppure un istante per sedervi su un divano a guardare la tv, perché se eravate a casa dovevate preparare la valigia per la prossima avventura.
Un tempo non avevate il tempo di scaricare le innumerevoli foto che vi eravate fatte al safari, perché era già ora di partire per la crociera in barca a vela, e allora v’incaricavate a vicenda di andare a comprare l’ennesima memory card….
Un tempo vi ritrovavate strette l’una all’altra a guardare i fuochi d’artificio del Capodanno della baia di Auckland, augurandovi silenziosamente che il prossimo anno sarebbe stato quello “giusto” per mettere su famiglia.

Adesso vi mandate un messaggino su whatsapp all’una di notte, quando ancora vi aggirate come megere per la casa, pregustando il momento in cui potrete finalmente posare le vostre derelitte membra sul materasso
“Stendo ancora una lavatrice poi ho fatto”
“Befana! Io devo ancora sistemare la carne”
“Metti la carta da forno tra una bistecca e l’altra e poi ficca tutto nella busta, fai prima”
“Ideona, grazie!!!”
“Prego, stregaccia!”

Vi scambiate uno sguardo d’intesa quando, in coda alla cassa, tuo figlio sta tentando di tirare fuori dal carrello la verdura, dicendo “Mamma questo non serve”, il suo invece sta infilando nel loro tutti i tipi di patatine fritte possibili e immaginabili
“Dai noooo, quelle al pediluvio sono improponibili!!” dico indicando un sacchetto non meglio identificato
“E’ mio figlio, ricordatelo, è dotato di stomaco d’amianto!”

Vi stravaccate sulla panchina ai giardinetti, una accanto all’altra, assaporando l’effimera bellezza di un istante di relax
“Ah senti, ieri il tipo della reception in palestra mi ha chiesto di te”
“Waaaa, dai?”
“Sì, mi ha detto che il mese è scaduto da una settimana, di ricordarti di portare i soldi”
“Ho sempre pensato che fosse una checca”
“Mmmm”
“Eddai”
“Huh, sì sì, sempre pensato”
“Strega”

Sorrido.
Siamo ancora noi.
E’ cambiato tutto il mondo intorno a noi, ma noi siamo sempre le solite cazzare che appena possono se la ridono. L’una dell’altra, l’una con l’altra.
Saremo così ancora tra cent’anni, lo so.
E mentre ci accompagneranno al tavolo della casa di riposo per la cena, spingendo lentamente le nostre carrozzelle a rotelle una accanto all’altra, ti vedo già strascicare
“Lo sai che sei proprio una vecchia ciabatta?”
“Chiudi quella boccaccia, puzza di frigo sporco!”

Annunci

»

  1. Delizioso spaccato di vita reale ! Grande!!! Grazie per le risate

    Rispondi
  2. ahh le amiche…quelle come sorelle…quelle che solo guardandoti capiscono cosa ti succede…..
    una fonte di sorrisi e sicurezza.
    🙂

    Rispondi
    • Mammacheridere

      Sì, guarda, hai proprio ragione: amo chiacchierare con le mie amicizie di ogni cosa, ma su una cosa non ho alcun dubbio: se non fossero spiritose e non stessero allo scherzo, non potremmo mai andare d’accordo!

      Rispondi
  3. penso che voi siate fortunate ad essere ancora così insieme! Sete un bell’esempio!

    Rispondi
  4. Le mie amiche ventennali quando chiedo loro se mai faranno figli (per condividere esattamente quelle cose che scrivi!! Dio come lo vorrei!!) mi rispondono che gli basta il mio -.-‘ Che sfigata -.-‘

    Rispondi
    • Mammacheridere

      Non preoccuparti: quando loro avranno il primo figlio tu magari avrai il secondo o il terzo, e potrai goderti questa condivisione di attimi nerissimi o supercomici (a seconda del modo in cui li guardi) dalla posizione privilegiata di chi già sa cosa l’aspetta e ha imparato ad intervenire! Vedrai, te la spasserai un sacco 🙂 Nel frattempo non demordere: la maternità avvicina molto in fretta, non è detto che una nuova amica fatta oggi non possa essere in sintonia con te quanto e più di un’amica di vecchia data. Bacioni!

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: